Seminari di gruppo

Questo è il nostro seminario più prenotato. Dalla partecipazione al seminario in un gruppo con persone che sul tema „volare“ hanno gli stessi problemi e mete da raggiungere, si possono trarre grandi benefici. Durante un fine settimana si scoprono nei dettagli tutti gli aspetti psicologici relativi alla paura di volare e numerosi dati tecnici.

Concetto

La solidarietà del piccolo gruppo facilita la discussione e crea condizioni favorevoli per le attività del seminario. Il nostro lavoro si basa su quattro punti fondamentali:

  1. Identificazione e presa di coscienza delle paure di volare di ogni singolo partecipante
  2. Informazione sulle tecniche di volo e sugli aspetti psicologici e fisici della paura
  3. Addestramento a metodologie attive mirate al superamento della paura: tecniche di rilassamento, cambiamento del modo di vedere la realtà e dello schema
  4. Messa a confronto con l'oggetto causa della paura: l'aeroplano. Esposizione e trasferimento di quanto appreso attraverso un volo

Contenuti psicologigi del seminario

Per essere efficaci le strategie per il superamento della paura devono essere applicate in modo mirato secondo la tipologia di paura dominante. I contenuti della paura di volare, pur avendo aspetti comuni, variano da soggetto a soggetto. A questo fine all’inizio del seminario si chiariscono gli obiettivi individuali, le motivazioni e si fa una raccolta dei contenuti della paura di volare di ogni singolo partecipante.La paura che fino a questo punto è vissuta in maniera diffusa, viene focalizzata nelle sue cause scatenanti e descritta verbalmente sotto gli aspetti sintomatici fisici, psicologici e delle reazioni comportamentali (ad esempio strategie di evitamento).

Il nostro obiettivo è quello di ottenere una nuova percezione del fenomeno paura in generale ed in particolare della paura di volare. Noi insegniamo che la paura è una reazione psicofisica, innata e finalizzata di allarme e attivazione, che in una situazione di minaccia o di pericolo reale rende possibile una reazione immediata di “ attacco o fuga”. Si prende coscienza che i sintomi fisici della paura sono spiacevoli, ma non pericolosi e così si ha la possibilità di interrompere il circolo vizioso della paura attraverso il controllo volontario sulla sintomatologia.

Mediante l’apprendimento di tecniche di rilassamento (rilassamento progressivo e tecniche di respirazione) si ottengono degli strumenti di autogestione che permettono di reagire attivamente alla paura. Un secondo accento particolare viene posto nei nostri seminari alla rivalutazione cognitiva dei pensieri negativi. Percezioni e schemi di pensiero inadeguati durante il volo sono analizzati e sostituiti con reazioni costruttive. A questo fine si ricevono istruzioni su diverse tecniche d’intervento: “blocco” dei pensieri negativi, dialogo interiore, autosuggestione positiva, focalizzazione mirata dell’attenzione ecc..

In base alla nostra esperienza possiamo affermare che, tramite queste tecniche psicologiche, i partecipanti generalmente riescono a confrontarsi con successo con l’oggetto aereo e la situazione volo.

Come ultimo passo per un successo durevole del seminario è necessario però superare la barriera della paura prendendo parte al volo conclusivo in cui viene messo in pratica e sperimentato attivamente quanto appreso. Il trainer assiste e accompagna nelle diverse fasi di questo processo sostenendo e chiarendo anche perplessità ed esitazioni.

A conclusione, in una discussione di gruppo finale, vengono verificati gli obiettivi prefissati all’inizio del seminario, scambiate le diverse esperienze e fissate le strategie individuali. Questo ha anche lo scopo di preparare i singoli partecipanti ai voli futuri e favorire un successo a lungo termine.

Parte tecnica

Durante questa parte del seminario sarà a vostra disposizione un pilota della Airdolomiti/Lufthansa per spiegarvi tutti i dettagli necessari riguardanti la tecnica degli aerei e del volo. In tale contesto verranno corrett „miti“ ed informazioni errate, colmate lacune e si riceveranno risposte al tutte le domande.

Per molti partecipanti le nuove informazioni acquisite aiutano ad eliminare le proprie „fantasie catastrofiche“. Quindi i pensieri sbagliati (come quello di un aereo che, per un’avaria al motore, potrebbe cadere come una pietra dal cielo oppure che le ali sono attaccate solo lateralmente o ancora che le turbolenze ed i temporali sono pericolosi per l’apparecchio) vengono eliminati.

Il pilota spiega dettagliatamente le leggi dell’aerodinamica, i vari rumori, il processo della partenza e le fasi del volo dal decollo all’atterraggio. Informa, inoltre, i partecipanti su tutto ciò che riguarda il lavoro dei controllori di voli, la manutenzione degli aerei, la preparazione dei piloti ed i continui controlli sulle loro competenze tecniche e stato di salute.In questa parte del seminario è anche compresa la visita ad un aereo, durante la quale i partecipanti possono osservare il lavoro del pilota in Cockpit. Solo il fatto di vedere che ogni strumento importante è presente in duplice o triplice copia dà alle persone una nuova sensazione di sicurezza. La visita esterna all’aereo e la permanenza in cabina agevolano il cammino verso il superamento della paura di volare. Numerosi dettagli tecnici e meccanici (motori, pneumatici, freni, carrelli, ipersostentori, abitacolo, uscite di sicurezza, cucina di bordo, ecc.) possono essere esaminati da vicino. Il pilota approfondisce tutti gli aspetti del „volare“ e risponde per esteso a tutte le domande dei partecipanti.

Programma del seminario

  Il programma appare dopo aver scelto il seminario desiderato.

Nella quota sono compresi:

  • Documentazione per il seminarioo
  • I pasti e le bevande consumati durante il seminario
  • Visita ad un aereo Lufthansa o Airdolomiti in compagnia del pilota
  • Volo conclusivo Lufthansa o Airdolomiti in compagnia del trainer del seminario (psicologo/a)